Usiamo i cookie per rendere possibile il corretto funzionamento di alcune funzioni. Utilizzando il nostro sito, accetti le nostre modalità di utilizzo dei cookie.

Favara FARM CULTURAL PARK

 

“Stiamo provando a costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere.”

Sette corti collegate tra loro ospitano una serie di piccoli palazzotti e nascondono alcuni ma meravigliosi giardini di matrice araba. I nostri colleghi blogger di Purple Travel collegano Favara e il Farm Cultural Park al sesto posto al mondo come meta turistica per gli amanti dell’arte contemporanea, prima di loro c’è Firenze, Parigi, Bilbao, le isole Greche e New York.

Diciamo che al “tatto” è davvero entusiasmante poter ammirare spazi espositivi permanenti in strutture del centro ristrutturate con aree per moderne esposizioni, giovanili, nulla di tutto ciò che ad oggi possiamo associare all’arte come noi italiani la immaginiamo, uno spazio con eventi continui, ospiti e artisti interazionali che può solo che arricchire la comunità siciliana e ne sono sicuro anche quella italiana. Ci dicono che una programmazione culturale dirompente ha caratterizzato i primi quattro anni di vita di far cultural park. Ogni quattro mesi si possono visitare nuove mostre temporanee, incontrare creativi in residenze per artisti, provenienti da ogni parte del mondo, o partecipare a workshop e attività con ragazzi, adolescenti ed adulti di ogni età. In aggiunta presentazioni di libri, corsi di architettura, serate musicali e performances.

Il Farm e cultural Park, tra esposizioni, dipinti e mostre davvero nei posti più inimmaginabili, è anche Drink&Food. Avete mai provato Ginger? Vi consiglio di andare al cortile Bentivenga, e di entrare in questo piccolo angolo di mondo e dopo assaggiate le particolarità vegan e non di matrice africana a base di zenzero, a noi ci hanno fatto una foto di squadra davanti, ve la posto qui di seguito, e ci hanno fatto bere una bevanda dissetante e fresca analcolica per poi farci assaggiare alcune delle specialità.

 

Favara secondo la mia opinione è e sarà sempre di più una meta inserita all’interno dei tour per artisti all’interno di una regione, la Sicilia, già magnifica per paesaggi e cucina mediterranea, ne sentiremo parlare…e di un gran bene! Noi di contro ci stiamo già attivando per future collaborazioni per eventi artistici! Per altre foto seguiteci sul nostro profilo Pinterest!! Vi terremo aggiornati J

Il Viaggiatore
Italian Tourism Expo
Slow Tourism